by

Gran Bretagna: la CMA intensifica i controlli sul gioco online

La Competition and Markets Authority, l’autorità britannica per la concorrenza, ha comunicato durante un incontro tenutosi in questi giorni, di aver intensificato le sue indagini sul settore del gioco online.

Il segmento del gioco online è cresciuto di circa il 150% dal 2009, secondo quando rivelato da CMA. L’industria  ha attualmente un valore di 4,5 miliardi di sterline (5,1 miliardi di euro) e intrattiene più di 6,5 milioni di regolari gamblers online.

Secondo i ricercatori di CMA sussistono delle violazioni e i brand che non si comportano correttamente con i propri clienti, saranno costretti a cambiare il loro modo di agire. Gli operatori potranno essere multati e le loro licenze revocate dall’ UK Gaming Commission che sta lavorando a stretto contatto con CMA. Se le aziende non soddisfano le esigenze delle autorità di regolamentazione, CMA potrebbe decidere persino di trascinarle davanti ad un tribunale.

Sappiamo che il gioco d’azzardo on-line sarà sempre rischioso, ma anche le società  devono comportarsi correttamente” , ha affermato Nisha Arora, direttore senior della CMA per la tutela dei consumatori. “Purtroppo, sappiamo che non è sempre così. I nuovi clienti sono attratti dalle promozioni allettanti, solo per scoprire che i giochi sono truccati a loro svantaggio”.

La CMA ha iniziato la sua indagine sugli operatori di gioco online in collaborazione con l’ U.K. Gambling Commission nel mese di ottobre, dopo aver ascoltato circa 800 clienti arrabbiati per essere stati ingannati da offerte promozionali, e che in seguito a delle richieste non potevano nemmeno ritirare i loro soldi. La CMA ha dichiarato di “aver individuato diversi operatori coinvolti in pratiche che violerebbero il diritto dei consumatori“.

La CMA e la Gambling Commission hanno ricevuto centinaia di denunce riferite al fatto che le promozioni di registrazione per le operazioni di gioco online sono ingannevoli.

I siti web di giochi da casinò offrono promozioni per attirare i giocatori, tra cui un bonus in denaro quando il giocatore si iscrive effettuando un primo deposito. Tuttavia, CMA ha ricevuto lamentele da parte di persone che spesso non ottengono il trattamento che si aspettano, perché le promozioni hanno termini e condizioni confuse, poco chiare e che possono essere illegalmente ingiuste.

La Cma ha verificato che in alcuni casi i consumatori “potrebbero essere costretti a giocare centinaia di volte prima di essere autorizzati a ritirare denaro, quindi non hanno la possibilità di smettere quando sono in utile o ritirare i loro incassi quando lo desiderano. Il gioco è rischioso, ma non dovrebbe essere un inganno“, ha spiegato il regolatore.

L’industria del gioco d’azzardo non deve illudersi che se non rispetta le normative a difesa dei consumatori, non lo considereremo una violazione della loro licenza d’esercizio e non adotteremo azioni decisive“, ha sottolineato Sarah Harrison. “La Cma è entrata in contatto con diversi operatori chiedendo specifiche modifiche alle loro pratiche. Se queste non saranno rispettate il passo successivo potrebbero essere le aule dei tribunali, in cui le sanzioni possono andare da significative ammende fino alla rimozione della licenza a operare in Gran Bretagna”, ha commentato Sarah Harrison chief executive della Gambling Commission che ha lavorato a fianco della Cma nell’indagine.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *